TUTTO IN - La galleria stradale "austriaca" a Mongiuffi Melia

Visite: 779

Giovedì 12 Luglio 2018 ore 20:50
Repliche il giorno successivo alle ore 10:45 e 14:45 e la domenica alle ore 22:45.

Era da tempo che conoscevo l’esistenza di una galleria scavata nella roccia e che permette alla strada provinciale che sale da Letojanni di raggiungere Melia e poi Mongiuffi. Una galleria molto artigianale che solo a guardarla fa un certo effetto. Si vede subito che è stata scavata a mano, a colpi di scalpello. Ho preso informazioni ed ho saputo di una storia incredibile, una storia d’amore tra giovani austriaci e ragazze della Valle del Ghiofalo.
Era il 1916 quando giungevano nel campo di prigionia di Letoianni trecento giovani soldati austriaci catturati al fronte. Una guerra, la grande guerra del 1915-1918, combattuta lontanissimo dalla Sicilia ma che, con il trasferimento dei prigionieri austriaci nell’isola, faceva sentire i suoi effetti anche nella zona ionica. Il prof. Francesco Durante, ebbe l’incarico di scavare una galleria nella nuda pietra e collegare Letoianni, la cittadina vicino Taormina con Melia e poi con l’allora borgo di Mongiuffi. Così furono impiegati i prigionieri austriaci, che a mani nude e con attrezzi rudimentali in due anni scavarono la galleria.
Era un bel vedere ogni giorno ammirarli salire a piedi la strada che da Letoianni porta alla Valle del Ghiodaro. Le canzoni che intonavano si sentivano nella valle e le ragazze del luogo non potevano mitigare la curiosità di vederli al lavoro. Le più intraprendenti si avvicinarono e così la freccia di Cupido scoccò inesorabile. 1918 la galleria viene aperta alla fruizione delle poche auto di allora, la guerra finisce, i soldati tornano a casa, in Austria. Ma c’è un ma! Alcuni di loro, saliti sul treno, alla stazione di Letoianni, abbandonano la carrozza e riabbracciano le ragazze che avevano lasciato piangenti sulla panchina. Rimarranno per sempre nella Valle del Ghiodaro.
Nel 1955 sono passati trentasette anni da quando la grande guerra è finita ed ecco che a Mongiuffi Melia, divenuto nel contempo comune unico, arrivano degli austriaci, sono i parenti di quei soldati che non tornarono più in Patria scegliendo l’amore della bella siciliana. La storia continua, ma noi non la racconteremo qui, vi diamo appuntamento alla puntata di “Tutto In” che abbiamo realizzato proprio nella Valle del Ghiodaro, alla ricerca di una storia così romantica che strappa le lacrime anche ai più duri di cuore
.