Caduta grossi massi: dal video del drone emerge grave fragilità del costone roccioso

Visite: 779

Dopo la caduta di due grossi massi, staccatisi dal costone roccioso nella zona di San Papino di Milazzo, sono stati effettuati accurati sopralluoghi anche attraverso l'utilizzato di un drone che ha registrato immagini ad alta risoluzione del terreno. Dal video è emersa la fragilità del costone roccioso su cui poggia il Castello di Milazzo e dalle dichiarazione del primo cittadino  non è escluso che vengano presi provvedimenti “drastici” a tutela dei residenti  del versante di Ponente. Intanto il sindaco Giovanni Formica, ha inviato una lettera al presidente della Regione, all’assessore regionale al Territorio ed Ambiente e al dipartimento della Protezione civile regionale, informando anche il prefetto di Messina, per chiedere «l’attuazione di misure idonee a fronteggiare la situazione di grande criticità che interessa il costone roccioso retrostante la via Leonardo da Vinci».

«È appena il caso di ricordare – scrive Formica – che già nel mese di novembre del 2011, fenomeni legati alle avverse condizioni meteo avevano seriamente messo in pericolo alcuni nuclei familiari, costringendo all’emanazione di ordinanze di sgombero degli immobili di residenza, ancora vigenti. È di tutta evidenza il rischio che eventi di tale rilevanza possano continuare a registrarsi in relazione ad apporti pluviometrici consistenti o sismi e che in mancanza di interventi di contenimento e consolidamento del costone roccioso, possano determinarsi scenari di crisi assai significativi».

(Foto OggiMilazzo)