“L'uomo delfino” tenterà un Guinness per beneficenza

Visite: 192

Venerdì 8 dicembre Paolo Eros Cerizzi, “l'uomo delfino” che abbiamo avuto modo di conoscere su OndaTv con le precedenti imprese, tenterà di conquistare un Guinness per beneficenza. Nuoterà ancora ammanettato ai polsi così come fatto nello Stretto di Messina percorrendo a nuoto 3.162 metri, tra Punta Faro a Villa San Giovanni, in 2 ore e 01 minuti. Le telecamere di OndaTv hanno immortalato l'impresa del nuotatore compiuta il 23 settembre 2011 e che gli ha permesso di entrare nel Guinness World Records con il primato “Furthest Swim Wearing Handcuffs”, la massima distanza di nuoto ammanettato. Un anno dopo le nostre telecamere lo hanno seguito anche oltreoceano. A Grand Cayman il 9 giugno 2012 Paolo Eros Cerizzi ha nuotato 1 miglio, cioè 1.852 metri, in solo 1 ora e 14 minuti, sempre a delfino e sempre legato con manette d’acciaio.
Nel giorno dell'immacolata “l'uomo delfino” tenterà una nuova impresa, questa volta per raccogliere fondi per beneficenza. A Desio, nella sua città, si immergerà in una vasca per percorrere a nuoto 25 metri, con manette ai polsi e alle caviglie, nel minor tempo per entrare nuovamente nel libro dei “Guinness World Records”. Le manette ai polsi sono standard, quelle in dotazione alle forze dell’ordine, mentre quelle alle caviglie sono state studiate per minimizzare i pesi e gli ingombri. Cerizzi le potrà provare solo durante il tentativo di record e questo aggiungerà un’ulteriore difficoltà alla prestazione.Paolo Eros Cerizzi, 43 anni, di Desio, ingegnere civile, è sposato e ha due figli di 8 e 5 anni. A 31 anni con il Team Lombardia, allenato da Fabio Zulian, ha iniziato a nuotare sulle lunghe distanze a delfino. Il passo successivo è stata l’idea di entrare nel Guinness World Record provando a battere un record con il nuoto ammanettato.