La Betaland torna al PalaSikeliArchivi ma non riesce a ritrovare la vittoria

Visite: 329

La Betaland Capo d'Orlando torna nella sua casa del PalaSikeliArchivi ma non riesce ancora a ritrovare la vittoria, battuta da un Banco di Sardegna Sassari che gioca una partita di altissimo livello. I paladini hanno un ottimo approccio, nonostante due falli rapidissimi di Valery Likhodey, andando sul 9-3 con cinque punti consecutivi di Arnoldas Kulboka (buona la partita del lituano), ma Sassari ha reagito prontamente con un parziale di 10-0 chiuso da Rok Stipcevic. Da quel momento in avanti, i sardi non hanno mai smesso di eseguire con i tempi giusti, controllando il ritmo della partita fino alla fine tirando con percentuali altissime e vanificando ogni tentativo di rimonta degli orlandini, nonostante l'ottimo esordio di Justin Knox (anche 11 rimbalzi per lui, uscito nel finale per una ferita per un colpo fortuito) e la miglior prova stagionale di Nick Faust. Ancora una volta positivo il rendimento di Valery Likhodey (15.7 punti, 7 rimbalzi, 2.0 assist e il 47.1% da tre dal suo arrivo a Capo d'Orlando.
La Betaland cerca di rientrare anche quando Sassari tocca due volte il +20 nel terzo quarto, andando sul 75-87 a 5'09 dalla fine con 7 punti consecutivi di Faust, ma due triple consecutive di Pierre chiudono la contesa in favore degli ospiti.
Classifica immutata in fondo, con Betaland e Pesaro appaiate a quota 10: sabato alle 20.45 (con diretta su Eurosport 2) prossimo ancora un impegno casalingo, contro la Germani Brescia.
Le parole di coach Gennaro Di Carlo al termine della gara tra Betaland Capo d’Orlando e Banco di Sardegna Sassari: “Abbiamo avuto grosse difficoltà ad arginare la circolazione di palla di Sassari e da lì sono iniziati i problemi legati anche al fattore della tensione emotiva: quando vedi che non riesci a fermare l’avversario in una situazione come la nostra diventa ancora più complicata. Credo che Stipcevic abbia fatto una grande gara, gestendo sempre i ritmi e tenendo sempre Sassari lontana, ogni volta che siamo riusciti a recuperare qualche punto era quando lui non era in campo, ma poi ci ributtavano sempre sotto. Sassari ha fatto una grande partita, è una squadra molto forte, con grande talento, ha sempre trovato il canestro con continuità e quando è così è sempre difficile. Diciamo che subire 100 punti in casa non è il modo migliore per salvarsi, ma dobbiamo assolutamente stringere i denti e provarci ancora. Sapevamo che questa sarebbe stata una partita complicata, contro una squadra molto forte, ma bisogna credere con convinzione che abbiamo le armi per competere nella lotta salvezza. Credo che l’inserimento di Justin Knox si sia rivelato perfetto, Likhodey ha aiutato la squadra a rimanere viva in alcuni momenti e Kulboka ha fatto una partita migliore rispetto al solito. Adesso pensiamo a recuperare le energie, ad affrontare con positività la settimana che arriverà per preparare la prossima sfida contro Brescia, una squadra che occupa una posizione in classifica ancora più alta di Sassari e ovviamente non possiamo abbassare la guardia”.
Betaland Capo d'Orlando - Banco di Sardegna Sassari 89-103 (24-32; 42-56; 62-77)