Al via i festeggiamenti in onore di Maria Santissima Addolorata

Visite: 742

Non si è ancora spento a Santo Stefano di Camastra l'eco dei festeggiamenti del Letto Santo, che un’altra ricorrenza, anch’essa abbastanza sentita dal popolo stefanese e non solo, è pronta a prendere la ribalta come quella in onore di Maria Santissima Addolorata, che da sempre fa parte della sua storia e delle sue tradizioni. E così, dopo quella dell' esaltazione alla Croce di Cristo, la comunità parrocchiale stefanese attende con grande trepidazione anche la festa dell' Addolorata, vera guida spirituale a cui molti fedeli si sentono particolarmente legati.

Abbastanza vasto e variegato il programma diramato dal comitato organizzatore, guidato dal parroco don Calogero Calanni, il quale ha predisposto un triduo di preghiera in preparazione alla festa solenne in programma questa domenica. Come ogni anno l'attesa è tanta, anche perché oltre all’aspetto strettamente religioso sono diverse le iniziative organizzate per intrattenere il grande pubblico che annualmente viene richiamato da questa ricorrenza. Ad alzare il sipario sarà lo spettacolo S.Stefano’s got talent, giunto alla sesta edizione, la fortunata iniziativa curata dal circolo ANSPI Chiara Luce e che vede protagonisti diversi giovanissimi del posto cimentarsi in varie attività artistiche. Mentre la sera di sabato, sempre nella centrale piazza Matrice concerto del gruppo The Energie Splash Big Band, che intratterranno il pubblico con la loro entusiasmante energia.

Il cuore della festa sarà la giornata di domenica, quando le due associazioni bandistiche locali animeranno le vie del centro con la loro musica, mentre in serata dopo la messa solenne seguirà la processione del simulacro dell’Addolorata. Alle 24 i tanto attesi giochi pirotecnici. Il comitato organizzatore per il giorno successivo ha programmato uno spettacolo varietà con la partecipazione del duo comico Matragna e Minafò, la musica con la band Atmosfera Blu e il cantante neo melodico Angelo Famao. Il ciclo dei festeggiamenti si concluderanno sabato successivo, quando l’associazione Vincenzo bellini di Tusa diretta dal maestro Vincenzo Perez, delizierà il pubblico con lo spettacolo “Cantu, suonu e cuntu”, composizioni di una Sicilia lontana.