Intercettato furgone con reperti archeologici. Sei persone denunciate

Visite: 246

Sei persone sono state denunciate dai carabinieri nella piccola isola di Filicudi, nell'arcipelago eoliano.
Secondo l'accusa i denunciati si erano impossessate di 35 reperti in pietra ritenuti beni culturali e sottoposti a tutela da specifica normativa.
Le indagini hanno preso il via a seguito di diverse segnalazioni di furti e sottrazioni che hanno interessato l’arcipelago Eoliano. Grazie all’intensa attività degli uomini dell’Arma, si è riusciti ad identificare un professionista che aveva raccolto i manufatti presso la propria abitazione ed era pronto a trasportarli sulla terra ferma con un furgone.
Il mezzo è stato però intercettato e bloccato dai carabinieri nei pressi del porto di Filicudi, pronto ad imbarcarsi in direzione Milazzo.
Al suo interno sono stati trovati 35 reperti archeologici rubati a Filicudi. Per nascondere i reperti archeologici, l’uomo li aveva letteralmente sommersi di libri, sedie e sdraio e aveva coperto il tutto con un telone di plastica.

L’uomo e le altre cinque persone coinvolte in questa vicenda dovranno rispondere di omessa denuncia di ritrovamento di beni culturali e impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato.Gli antichi manufatti, fra cui macine, frantoi e fonti, dopo essere stati accuratamente catalogati, saranno oggetto di approfonditi esami tecnici da parte della Soprintendenza dei Beni Culturali.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments