Muore a 87 anni l’ingegnere Domenico Galatà, l’uomo che risolse la crisi idrica a Messina

Visite: 521

L'ing. Domenico Galatà, conosciuto a Messina per aver realizzato i due acquedotti principali per la città, il Fiumefreddo e l'Alcantara, nonchè per aver costituito l'Amam, è venuto a mancare all'età di 87 anni. Ha lavorato per 46 anni quale tecnico dirigente e poi direttore dell'Acquedotto municipale di Messina e direttore dell'Amam. All'uomo si deve anche la realizzazione della nuova rete idrica interna della città, che è servita da un impianto di automazione unico nel meridione per le sue peculiari caratteristiche. Di madre padovana e padre reggino, l'ing. Galatà è nato a Messina e si è laureato al Politecnico di Torino nel 1953 in Ingegneria Idraulica. Oltre che a Messina, ha operato anche come assistente governativo per il servizio Dighe del Ministero dei Lavori Pubblici e ad Aosta per la costruzione della grande Diga di Beauregard in Valgrisanche.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments