Ponte Morandi, il ricordo delle due vittime Siciliane ad un mese della tragedia

Visite: 541

È passato un mese dal crollo del ponte Morandi nel quale hanno perso la vita ben 43 persone schiacciate dai detriti dell'imponente infrastruttura. Nel disastro, che ha sconvolto il capoluogo ligure e non solo, sono rimaste senza casa oltre 500 persone. Nel crollo del viadotto dell’autostrada A10 che scavalcava il torrente Polcevera, avvenuto alle ore 11.36 del 14 agosto 2018, hanno perso la vita anche due siciliani.

Marta Danisi, 29enne di Sant'Agata Militello e Vincenzo Licata, 58 anni originario di Grotte nell'Agrigentino.

La giovane santagatese lavorava come infermiera presso l'azienda Ospedaliera “Ss. Antonio e Biagio” di Alessandria e si trovava a bordo di un'auto in compagnia del fidanzato Alberto Fanfani, toscano, anch'egli deceduto nella tragedia. L'auto con a bordo i due fidanzatini è precipitata per circa 40 metri non lasciando scampo alla giovane coppia.

I due si sarebbero dovuti sposare nel prossimo mese di maggio ma un triste destino ha spezzato per sempre i loro sogni quel maledetto 14 agosto scorso. Le spoglie di Marta riposano oggi al cimitero di Sant'Agata Militello.

Nel cimitero di Grotte, in provincia di Agrigento, riposa invece Vincenzo Licata, l'autotrasportatore residente da anni a Vicenza. Licata viveva nella zona del mercato nuovo ,quartiere residenziale alle porte di Vicenza, da dove è partito quel tragico giorno. Gran lavoratore, affezionato alla sua Sicilia, terra che gli ha dato i natali, è morto mentre svolgeva il proprio lavoro. I funerali, in forma privata, così come avvenuto anche per la 29 enne di Sant'Agata Militello, si sono svolti nella chiesa Madre di Grotte dove il sindaco Alfonso Provvidenza ha proclamato il lutto cittadino.

Una tragedia quella di Genova che purtroppo ha unito nel dolore tutta la nazione. Per ricordare quella giornata terribile oggi a partire dalle 11, in via Renata Bianchi è stata organizzata una commemorazione.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments