Fugge ad un posto di controllo e finisce con l'auto vicino ai binari. Scene da film lungo la Ss113

Visite: 1041

Scene da film si sono vissute nel messinese, tra Caronia e Santo Stefano di Camastra. Un 40enne residente in un comune dell'hinterland non si è fermato ad un posto di controllo della Guardia di Finanza, lungo la strada Statale 113, dando vita ad un inseguimento che si è concluso con l'autovettura del fuggitivo che finita fuori dalla carreggiata. L'episodio solo per una fortunata coincidenza non ha avuto conseguenze peggiori. L'auto infatti dopo un volo di qualche metro si è fermata a pochi centimetri dai binari della ferrovia, lungo la tratta Messina Palermo, in territorio di Santo Stefano di Camastra.

Sulla vicenda gli inquirenti mantengono il massimo riserbo e tra le notizie frammentarie si apprende che il 40enne viene ancora ricercato. Una vera e propria caccia all'uomo che ha preso il via nella mattinata con diverse squadre impegnate nelle attività di ricerche, al momento con esito negativo. L'uomo nel tentativo di fuggire con l'auto ha perso il controllo del mezzo e dopo essere volato nel terreno sottostante la strada statale 113, in località Ponte degli orti, nei pressi della zona balnearia di Santo Stefano di Camastra, ha proseguito a piedi la fuga. Non si sa se durante la fuga i militari abbiamo anche sparato colpi di arma da fuoco nel tentativo di bloccare l'auto. Per il momento vige il massimo riserbo e non c'è alcuna ufficialità su quanto accaduto. L'unica cosa certa è l'immagine dell'auto che per tutta la giornata ha attirato l'attenzione degli automobilisti in transito lungo la strada statale 113 e dei pendolari del treno. Il trasporto ferroviario non ha subito particolari rallentamenti in quanto l'auto non ha danneggiato i binari, fermandosi pochi centimetri prima e venendo bloccata dalla barra di protezione. Sul posto è intervenuto anche il personale tecnico addetto ai controlli della linea ferrata. Solo nel tardo pomeriggio, dopo l'arrivo del magistrato di turno, l'autovettura è stata rimossa. E' stato necessario l'intervento di una gru del soccorso Aci dei Fratelli Ruberto di Acquedolci per rimuovere il mezzo che è stato posto sotto sequestro. Durante le difficili operazioni di rimozione il traffico ferroviario è stato bloccato precauzionalmente per qualche minuto. Nel frattempo le ricerche dell'uomo sono proseguite in tutta la zona da parte di diverse squadre di polizia. Segui gli aggiornamenti su OndaTv canale 85 e www.ondatv.it

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments