Scoperta discarica sulla riviera di Ponente. Sequestrata l'area

Visite: 148

Una mareggiata ha portato alla luce, lungo la bellissima riviera di Ponente di Milazzo, di una discarica. I rifiuti nascosti sotto terra per anni, tra Bastione e Torretta, sul terreno demaniale, sono venuti alla luce dopo le recenti mareggiate.

L’area demaniale marittima interessata, che si estende per circa 160 metri lineari sulla linea fronte mare e verosimilmente con un’ampiezza di circa 50 metri verso l’entroterra, per una superficie complessiva di circa 8000 mq, è stata posta sotto sequestro dal personale della Guardia costiera di Milazzo che è intervenuta dopo una segnalazione fatta dal sindaco.

I militari della Guardia costiera, hanno accertato che a seguito delle recenti mareggiate e dei conseguenti fenomeni di erosione della costa, in prossimità della foce del Torrente Mela, il terrapieno prospiciente la spiaggia è interessato dalla presenza di rifiuti interrati e costituiti da varie tipologie di materiali quali scarti di lavorazione edile, plastica, vetro, pneumatici, gomma di vario genere, rifiuti solidi urbani. Dall’evidenza oggettiva dello stato dei luoghi, è possibile ipotizzare che detta area in anni passati sia stata utilizzata come discarica di rifiuti, data la considerevole quantità di terra posta al di sopra dei rifiuti stessi e dalla loro notevole stratificazione. Non quindi un semplice abbandono di rifiuti da parte di cittadini incivili ma una vera e propria discarica abisiva forse nata 40 anni fa su quello che doveva essere uno dei siti di richiamo turistico.

La Guardia costiera di Milazzo ha anche redatto apposita informativa di reato alla competente autorità giudiziaria, ipotizzando il deposito/abbandono incontrollato di rifiuti.La Capitaneria di Porto di Milazzo ha, inoltre, comunicato l’esito del controllo anche agli altri enti competenti al fine di avviare ogni utile iniziativa finalizzata all’esatta definizione dell’ampiezza dell’area interessata dalla presenza di rifiuti interrati, alla eventuale interdizione del sito nonché alle operazioni di bonifica, a tutela della igiene e salute pubblica. Oltre alla bonifica del sito bisognerà controllare anche le altre zone della Riviera di Ponente di Milazzo che potrebbero essere state interessate dallo stesso scempio.

La Guardia Costiera di Milazzo continuerà l’attività di monitoraggio sistematico della fascia costiera di competenza al fine di prevenire e reprimere ogni illecito utilizzo del bene demaniale marittimo, a tutela dell’ambiente marino costiero e di ogni altra attività che si svolge in mare nel rispetto delle norme vigenti in materia.

 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments