Tentato femminicidio. Condanno a 12 anni l'ex fidanzato di Ylenia

Visite: 9801

E' di 12 anni la condanna per Alessio Mantineo, il giovane messinese accusato di avere ustionato, lanciando benzina e appiccando il fuoco, l'ex fidanzata Ylenia Bonavera, la notte tra il 7 e l’8 gennaio del 2017. Il pubblico ministero Antonio Carchietti aveva chiesto la condanna a 10 anni per il ragazzo ma alla fine il gup è andato oltre, non credendo alla versione della vittima, che dopo aver accusato il fidanzato ha tentato in ogni modo di scagionarlo. “Non è stato lui”, ha ripetuto Ylenia – che era anche incinta al momento dell’aggressione – per tentare di salvarlo dalla galera. Lo ha difeso poco dopo l’aggressione anche davanti alle telecamere, mentre lei stessa era ancora in ospedale per curare le ferite che secondo gli inquirenti, lui le aveva provocato, e ha continuato a farlo anche in aula, dove qualche settimana fa si è recata continuando a dichiarasi innamorata di lui e negando di essere stata aggredita dal ragazzo quella notte. La ragazza ha sempre difeso Alessio sostenendo che quella notte era stata aggredita da uno sconosciuto a cui aveva aperto la porta del suo appartamento al rione di Bordonaro.

A incastrare Alessio Mantineo erano stati il video di una stazione di servizio della zona sud di Messina e gli accertamenti della squadra mobile. La telecamera del sistema di sorveglianza quella notte lo ha ripreso alla cassa mentre acquistava delle sigarette e si faceva dare una bottiglia di plastica vuota pagando un euro di benzina. La difesa ha sostenuto che quella benzina serviva per il motorino rimasto a secco.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments