Nuova sequenza esplosiva sullo Stromboli

Visite: 8950

A pochi giorni di distanza il vulcano Stromboli torna a farsi sentire. Una nuova “esplosione maggiore”, come viene definita dagli esperti, è stata registrata sul vulcano dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L'esplosione è stata registrata alle 00.53 di ieri e ha interessato la bocca denominata “N2” nell'area settentrionale della terrazza craterica dello Stromboli.

L'evento ha avuto una durata di circa cinque secondi ed è stato nettamente avvertito dalla popolazione. I lapilli, con il loro colore rosso acceso, sono stati ben visibili anche dalle isole di Panarea e Lipari. Pochi secondi prima dell'inizio delle esplosioni ha preso il via un'attività definita dagli studiosi di “modesto fontanamento” con un getto di lava. “L'intera sequenza esplosiva – fa sapere l'Ingv – è durata circa tre minuti. Successivamente il vulcano è tornato alla sua normale attività stromboliana”.

L'esplosione segue di qualche giorno quella registratasi il 24 aprile scorso quando il vulcano aveva fatto sentire la sua “voce” con due esplosioni avvertite nettamente dalla popolazione anche sul versante di Ginostra. I due episodi si erano verificati in mattinata, intorno alle ore 11.

Alcuni lapilli hanno raggiunto le zone limitrofe del cratere provocando anche un incendio nella vegetazione spontanea domato dall'intervento di due canadair. Fortunatamente in quel momento non si trovavano escursionisti nella zona interessata.

L'esplosioni, fanno sapere gli esperti, che continuano a monitorare il vulcano, rientrano nella classica attività stromboliana.

L'attività eruttiva del vulcano viene costantemente monitorata e le escursioni ad alta quota proseguono nella massima sicurezza grazie alle guide.

Segui gli aggiornamenti su OndaTv canale 85 e in streaming su www.ondatv.it

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments