20enne barcellonese arrestato per spaccio

Filicudi (ME)

Costante l’attività dei Carabinieri per reprimere lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti. A Filicudi, i militari hanno eseguito un arresto per detenzione di marijuana a fini di spaccio. Il merito dell’arresto va ai Carabinieri di Milazzo che, qualche giorno fa, hanno tratto in arresto un 20enne con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane, originario di Barcellona P.G, è stato individuato all’arrivo dell’aliscafo a Filicudi per il suo atteggiamento schivo e decisamente inusuale. I militari dell’Arma hanno immediatamente deciso di fermare il ragazzo, procedendo alla perquisizione personale e del suo bagaglio hanno trovato 185 grammi di marijuana e materiale utile al confezionamento e alla vendita al dettaglio.

Il giovane è stato quindi condotto in caserma, dichiarato in stato da arresto e posto agli arresti domiciliari in via preventiva. La sostanza e il materiale sequestrato saranno sottoposti ad ulteriori analisi da parte del RIS di Messina. 

Visite: 659
0
0

Operazione "mare sicuro". Da oggi e sino al 17 settembre, rafforzata vigilanza e soccorso in mare

S.Agata M.llo (ME)

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Agata Militello, sotto il coordinamento del Tenente di Vascello, Cp. Giovanni Pigna, metterà in atto anche quest’anno,  l’operazione “Mare Sicuro”, in linea con le direttive del superiore Comando Generale.
Un’operazione che è la sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo compie nell’ambito di funzioni e compiti legati agli usi civili e produttivi del mare, svolgendo trasversalmente tutto quanto necessario a tutelarlo. Funzioni e compiti che spaziano dalla salvaguardia della vita umana alla sicurezza della navigazione, dalla tutela dell’ambiente marino e costiero ai controlli sulla pesca e sulla filiera ittica.
L’intera attività vedrà il coinvolgimento di tutto il personale militare, compreso quello in servizio presso i due Uffici Locali Marittimi dipendenti di Capo d’Orlando e Santo Stefano di Camastra, al fine di assicurare l’ordinata e tranquilla fruizione delle attività di balneazione e diportistica lungo le coste del Circondario Marittimo di giurisdizione che si estende dalla foce del torrente Sant’Angelo di Brolo del Comune di Brolo alla foce del torrente Pollina del Comune di Tusa.

Pertanto, da oggi e sino al 17 settembre, saranno anche rafforzate le ordinarie operazioni di vigilanza e soccorso in mare, da parte delle dipendenti unità navali che saranno presenti soprattutto in prossimità delle spiagge più frequentate dai bagnanti.

Visite: 305
0
0