Muore Giuseppe Farinella. Boss "cosa nostra" più anziano nei gironi del 41bis

E’ morto il capomafia di "cosa nostra", più anziano nei gironi del 41 bis. Giuseppe Farinella, 91 anni, è morto ieri pomeriggio al reparto detenuti dell'ospedale di Parma. Farinella era stato condannato all'ergastolo in via definitiva nel 2008 per concorso nelle stragi di Capaci e via D'Amelio, considerato uno degli amici più fidati di Totò Riina. Farinella, boss indiscusso del mandamento di San Mauro Castelverde pare esercitasse un potere indiscusso dalle Madonie ai Nebrodi. Nel luglio scorso, la Cassazione aveva accolto il suo ricorso contro la proroga del 41 bis . Il tribunale aveva respinto il ricorso ritenendo che, nonostante le gravi condizioni di salute del detenuto, le patologie non incidessero sullo “stato mentale e sulle capacità cognitive del soggetto recluso” e quindi sulla sua possibilità di comunicazioni con l’esterno. Numero uno del mandamento di Cosa nostra di Gangi e San Mauro Castelverde, nelle Madonie. Per la strage di via Capaci, era stato assolto in primo grado e condannato in appello, per la strage di via D’Amelio condannato in primo grado e assolto in appello, Farinelli era stato condannato in base al teorema Buscetta, perché partecipe alle riunioni della cupola in cui vennero deliberate le stragi. A svelare per primo il ruolo di Giuseppe Farinella all'interno dei ranghi di Cosa nostra era stato il pentito Antonino Calderone.

Visite: 600

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments