Anziano aggredito da alcuni cani da guardia di proprietà del genero

Si trova ricoverato presso l'ospedale Papardo di Messina l'anziano di San Giorgio di Gioiosa Marea, nel messinese, aggredito questa mattina da alcuni cani da guardia di proprietà del genero. Il grave episodio si è verificato intorno alle ore 9 di questa mattina in una villetta situata nella frazione del comune gioiosano, dove l'uomo, ultra settantenne, vive da tempo con i propri familiari. L'anziano si trovava nella casa del genero e della figlia quando, per cause ancora da accertare, è stato aggredito da uno o più cani presenti nel giardino dell'abitazione. Secondo alcune alcune indiscrezioni si tratterebbe di cani di razza “pitbul” che l'uomo conosceva molto bene. Questa mattina però qualcosa ha scatenato l'aggressione degli animali nei confronti dell'uomo. I lamenti dell'anziano sono stati uditi dagli stessi familiari che sono riusciti ad allontanare i cani. L'uomo però aveva riportato varie ferite visibili sul corpo. Da qui la richiesta dell'intervento del 118. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della locale stazione per i rilievi di rito. L'anziano è stato portato con urgenza presso il Pronto soccorso dell'ospedale “Barone Romeo”di Patti dove i medici, vista la gravità delle ferite riportate hanno deciso di trasferirlo presso un'altra struttura sanitaria. Con l'ausilio dell'elisoccorso l'uomo è stato successivamente trasferito presso l'ospedale Papardo di Messina dove i medici gli hanno riscontrato ferite in varie parti del corpo. La notizia ha fatto subito il giro del paese provocando un forte scalpore. L'anziano e i suoi familiari infatti sono molto conosciuti a San Giorgio di Gioiosa Marea e nell'hinterland e nessuno riesce a dare una spiegazione all'accaduto. Nessuno quindi riesce a capire cosa abbia provocato la terribile reazione. 

Segui gli aggiornamenti all'interno dei Tg di OndaTv: ore 14:00 - 17:00 - 20:15 - 23:00 - 01:00 sul canale 85 e in streaming su www.ondatv.it

Visite: 2025

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments