20enne spara in faccia 36enne che aveva schiaffeggiato il padre

Visite: 2981

Una compravendita di una casa nel Palermitano che da tempo era motivo di liti tra due famiglie. Questo sembrerebbe il movente del delitto che ha sconvolto la borgata marinara dell’Arenella, a Palermo, dove è stato ucciso Leonardo Bua, 36 anni, e ferito il fratello Giuseppe, 40 anni. Un omicidio ripreso dalle telecamere che erano installate nell’abitazione di una delle famiglie coinvolte e che subito dopo erano state tolte e nascoste. Dell'omicidio è stata tratta in arresto una ragazza di 20 anni, che davanti agli inquirenti ha poi confessato di essere stata lei a sparare. Complice uno schiaffo di troppo, quello che il padre del 36enne ucciso, avrebbe dato al padre della ragazza e li sarebbe scattato l’istinto omicida della ventenne. Qualche vicino avrebbe ripreso con il cellulare le fasi della lite e dell’ omicidio. Gli investigatori stanno cercando l’arma che ha sparato, mentre sono in corso gli accertamenti per verificare la presenza di tracce di polvere da sparo sulla donna. La giovane, dopo la rissa tra i capifamiglia sarebbe entrata in casa, preso la pistola e esploso quattro colpi. Due andati a segno. Uno al volto ha ucciso Leonardo Bua di 36 anni e l'altro ha raggiunto al fianco Giuseppe Bua di 40 anni finito all'ospedale Villa Sofia in coma farmacologico con gravi ferite.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments