Furto avvenuto ai danni di un tabacchino. Presi i responsabili

I carabinieri della stazione di Mirto e i colleghi della compagnia di Sant'Agata Militello, hanno fatto piena luce su un furto avvenuto ai danni di un tabacchino situato nel piccolo centro. A distanza di circa 8 mesi è stato chiuso il cerchio sulla banda criminale, che secondo gli inquirenti sarebbe stata specializzata in furto all'interno dei tabacchini. Questa mattina i militari dell'Arma hanno eseguito due misure cautelari nei confronti di soggetti palermitani ritenuti complici di un terzo uomo già individuato subito dopo il colpo messo a segno il 22 febbraio scorso. In quell'occassione i ladri riuscirono nella notte a portar via dal tabacchino un ingente quantitativo di prodotti. Secondo le prime ricostruzioni i responsabili della rapina hanno prima tagliato la saracinesca posta all’esterno del tabacchino e dopo essere entrati all'interno del locale, sono riusciti a portar via via sigarette e diversi oggetti contenuti nel negozio. I Carabinieri sono riusciti a individuare e a fermare, subito dopo il colpo, Vincenzo Fasone, di Palermo Le successive indagini dei carabinieri, coordinate dal procuratore presso il tribunale di Patti Giorgia Orlando, hanno permesso di individuare anche i due presunti complici. Si tratta sempre di due soggetti palermitani, residenti nel quartiere Zen. Nei loro confronti il gip Aliquò, alla luce delle risultanze investigative, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare eseguita questa mattina dai carabinieri della stazione di Mirto.

Visite: 741

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments