Cateno De Luca festeggia la nuova vittoria giudiziaria

Il neodeputato Siciliano Cateno De Luca, poche ore fa, ha festeggiato un'altra vittoria giudiziaria. Il parlamentare, arrestato lo scorso mercoledì per una nuova inchiesta che lo ha investito con l'ipotesi di accusa di evasione fiscale, è stato assolto dalle accuse di falso e abuso d'ufficio, mentre l'accusa di concussione è stata derubricata in tentata concussione e risulta prescritta.

Lo ha deciso nella tarda mattinata la seconda sezione penale del Tribunale di Messina presieduta da Mario Samperi. Nell'ottobre del 2016, alla fine del dibattimento, la Procura aveva chiesto per il neo parlamentare Siciliano e già sindaco di Fiumedinisi e Santa teresa di riva la condanna a 5 anni. Sono cadute le accuse anche per gli altri imputati di questa inchiesta giudiziaria relativa al periodo 2004-2010, quando De Luca era sindaco di Fiumedinisi.

Secondo l'impianto accusatorio De Luca avrebbe stravolto il contratto di quartiere - lo strumento urbanistico di applicazione del Prg - per favorire le imprese edilizie di famiglia e realizzare un albergo, la cui costruzione venne bloccata dai sigilli, rimossi lo scorso luglio. Nel 2011 per Cateno De Luca, che in questi 7 anni ha dovuto subire ben 15 procedimennti penali, tutti chiusi con l'assoluzione o la prescrizione, venne anche arrestato mentre era deputato dell'Ars. Un un mese dopo il Tribunale del Riesame revocò la misura cautelare. 

La sentenza che da ragione al rieletto parlamentare siciliano e candidato sindaco di Messina è arrivata dopo un anno, durante il quale non sono mancate schermaglie tra accusa e difesa. Cateno De Luca, che nelle prossime ore tornerà a Palazzo di Giustizia per l’interrogatorio di garanzia nell'ambito della nuova inchiesta che mercoledì lo ha visto finire ai domiciliari, attraverso un video messaggio sul proprio profilo facebook assicura di voler andare avanti in cerca di giustizia.

Segui gli aggiornamenti sul canale 85 e in streaming su www.ondatv.it

Visite: 1525

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments