Via libera del Tribunale al cambio di nome anche senza intervento per una transessuale

Potra' cambiare nome e anche sesso, senza aver fatto un intervento. Lo ha stabilito il Tribunale di Caltanissetta con una sentenza che, secondo i principi piu' volte enunciati dalla Cassazione, ha autorizzato una giovane transessuale siciliana a modificare i propri dati anagrafici e i propri caratteri sessuali. La transessuale, ha affrontato un lungo e doloroso percorso terapeutico, che ha escluso l'esistenza di patologie psichiatriche e confermato la diagnosi di "disforia di genere".

E' la prima volta che il Tribunale di Caltanissetta, uniformandosi alla giurisprudenza della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e ai principi fissati dalla Corte Costituzionale e dalla Corte di Cassazione, afferma che, per ottenere la rettificazione del sesso nei registri dello stato civile non deve ritenersi obbligatorio l'intervento chirurgico demolitorio e/o modificativo dei caratteri anatomici sessuali primari".

Visite: 233