Vaccinazioni. L'Asp mette a disposizione un'App

Gaetano Sirna, direttore Generale dell’ASP di Messina, ha messo a disposizione dei cittadini un nuovo strumento di comunicazione per diffondere la cultura della prevenzione vaccinale ed avere la possibilità di conoscere in ogni momento il proprio stato di protezione immunologica vaccinale. L'Asp tramite il Dipartimento di Prevenzione ha introdotto nel 2008 l’Anagrafe vaccinale informatizzata, scegliendo il software della Onit Group, programma al quale sono interfacciate tutte le ASP della Sicilia, che consente di avere i dati delle coperture vaccinali in modo omogeneo ed in tempo reale, monitorarne l’andamento e programmare gli interventi necessari a migliorare la lotta contro le malattie infettive prevenibili ed eradicabili con la somministrazione dei vaccini, come è avvenuto per Vaiolo, Polio e la diminuzione dei casi di Difterite, Tetano, Pertosse, Epatite B, Emofilo influenza, ecc.

Grazie alla realizzazione di questa rete informatizzata, oggi presente nei 20 Centri vaccinali dell’ASP, vengono registrate e garantite le vaccinazioni previste ed offerte gratuitamente dal Calendario vaccinale per la Vita, che la Regione Sicilia ha emanato e che oggi sono inserite anche nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccini.

Grazie alle vaccinazioni eseguite su quasi la totalità della popolazione oggi in Europa e in Italia le malattie infettive prevenibili si vedono molto meno e gli esiti gravi registrati sono molto bassi anche se generano sempre un altissimo costo economico per la collettività, ma la paura sovralimentata nei genitori dagli antivaccinatori sugli eventi avversi delle vaccinazioni determina la diminuzione delle coperture vaccinali con la conseguente diminuzione della protezione di gruppo (immunità di gregge).

Da quest'anno inoltre è diventato obbligatorio vaccinare i  bambini per procedere con l’iscrizione all’asilo nido o alla scuola materna, pena l’esclusione. E' Il nuovo disegno di legge predisposto dall’assessore alla Salute Baldo Gucciardi. In particolare, le province di Catania e Messina sono quelle meno attente alle vaccinazioni. Secondo  indiscrezioni  anche per l’iscrizione alla scuola elementare, da cui non è possibile escludere nessuno, sarà necessario fornire la certificazione, in modo che i “non vaccinati” siano distribuiti dai presidi in classi dove i bimbi vaccinati siano abbastanza da assicurare la tutela dei piccoli alunni.

 

Visite: 160

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments