Canadair trancia un cavo danneggiando le eliche. Atterraggio d'emergenza in mare

Gli incendi che hanno colpito recentemente, ancora una volta, il territorio dei Nebrodi, hanno rischiato di provocare una tragedia. Uno dei mezzi aerei utilizzati per domare le fiamme è stato costretto ad un ammaraggio d'emergenza. Nel fine settimana un canadair della protezione civile, impegnato a domare con vari lanci d'acqua le fiamme che avevano interessato il territorio di Naso, è rimasto protagonista di un incidente. Durante le operazioni di spegnimento del rogo sviluppatosi nella contrada Caria Ferro del comune messinese il mezzo, con a bordo due piloti e decollato dall’aeroporto di Roma Ciampino, avrebbe tranciato un cavo riportando danni alle eliche e ad un'ala. Fortunatamente il pilota è riuscito a non perdere il controllo dell'aereo e ad avviare le procedure previste nelle emergenze. Il pilota ha deciso di avviare le procedure per un ammaraggio nelle acque antistanti Sant'Agata Militello e ha informato della decisione la sala operativa del locale ufficio circondariale marittimo. La macchina dei soccorsi si è messa subito in moto, e fortunatamente, senza particolari difficoltà, l'aereo è riuscito a effettuare l'ammaraggio. I militari della Guardia Costiera hanno poi raggiunto il mezzo e recuperato i due piloti. Il canadair è stato successivamente agganciato e grazie, alla collaborazione di alcuni pescatori del luogo, è stato trainato, da un peschereccio, sino al Porto di Sant’Agata Militello, sotto lo sguardo incuriosito di numerose persone. Sino a questa mattina l'aereo è rimasto ormeggiato al porto santagatese in attesa dell'arrivo di alcuni tecnici specializzati che dovranno verificare l'entità dei danni.

Per aggiornamenti segui i tg di OndaTv ore 14:00 - 17:00 - 20:15 - 23:00 - 01:00 sul canale 85 e in streaming su www.ondatv.it (in differita di un'ora sul canale 618)

Visite: 2204

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments