Autovelox: più di mille infrazioni in un mese

Il sofisticato autovelox mobile, acquistato recentemente dal comune di Milazzo, in poco più di un mese ha registrato più di mille infrazioni dovute alla violazione dei limiti di velocità.
L’apparecchio in grado di rilevare la velocità su due o più corsie per ogni senso di marcia, individua con precisione il veicolo che commette l’infrazione. Sulla base del superamento dei limiti di velocità, vengono redatti i verbali secondo l’articolo 142, del codice della strada, che prevede 4 livelli sanzionatori.
Non sono mancate contestazioni dopo il passaggio del mezzo davanti all’autovelox.
I trasgressori lamentano la scarsa visibilità del cartello indicatore, ma per quanto riguarda la collocazione del cartello di prescrizione bisogna attenersi agli articoli 39 e 41 del Codice della Strada. Nel caso questi articoli non fossero rispettati per la messa in opera del cartello indicatore, la sanzione potrebbe essere impugnata davanti al Giudice di Pace.
Questa sofisticata apparecchiatura per ora viene collocata solo nell’asse viario, poiché è possibile utilizzarla solo nelle strade comunali ed è l’unica dotata di segnaletica fissa, quindi non vi rientrerebbero la Riviera di Ponente e la Strada Panoramica in quanto strade provinciali di competenza della polizia provinciale di Messina .
Inoltre indipendentemente dall’autovelox, la strada comunale deve essere percorsa, secondo il Codice della Strada, a una velocità non superiore ai 50 km/h.
Gli automobilisti sono avvisati: attenzione a premere sull’acceleratore!

Visite: 1091

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments