Il Faro di Capo Milazzo diventerà un hotel a 5 stelle

Il Faro di Capo Milazzo verrà trasformato in un piccolo hotel con 5 suite. Assegnata la concessione. Investiranno oltre 11 milioni di euro le imprese italiane ed estere che si sono aggiudicate per i prossimi anni (fino ad un massimo di 50) la gestione di 15 tra fari e strutture costiere del secondo bando di Valore Paese del Demanio. Lo stato, spiega l’Agenzia del Demanio incasserà, oltre 420 mila euro di canoni annui per una cifra complessiva di 8 milioni di euro. A tentare di aggiudicarsi la struttura di Milazzo erano stati la Tarnav srl e un’Ati di Capo D’Orlando, costituita dalla Giesse Costruzioni e dalla Bruno Teodoro Spa. Ad aggiudicarselo l’ATI di Capo D’Orlando, che realizzerà un mini Hotel (5 stanze) con annesso piccolo museo. La ditta dovrà garantire la fruibilità pubblica della struttura e l’accessibilità del faro e delle aree esterne di pertinenza. Ultimate tutte le verifiche amministrative previste dalla procedura di gara si procederà alla stipula degli atti di concessione e nei prossimi mesi inizieranno i lavori di recupero e riqualificazione pari a 250 mila euro.

Il dipartimento dei Beni culturali e dell’identità siciliana dell’assessorato regionale ha riconosciuto con apposito decreto il Faro di Capo Milazzo bene di interesse culturale. Ad avanzare la richiesta era stata lo scorso anno la Direzione del Genio Militare per la Marina di Augusta. Determinante anche il parere della Soprintendenza di Messina.

Del resto la storia del Faro mamertino è antichissima e la sua funzionale iniziale era duplice: da un lato postazione di avvistamento, dall’altro torre di segnalazione. Nella relazione della Soprintendenza si ricostruire l’iter storico e si evidenziano tutte le caratteristiche culturali e architettoniche della struttura tali da ritenere opportuno il vincolo a tutela.

Visite: 884

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments