50 chili di pesce venduto abusivamente, ma metà non è commestibile

Visite: 73

Un'operazione congiunta della sezione Annona della polizia municipale, della guardia di finanza e dell'Asp ha permesso di rinvenire e sequestrare, a Messina, 50 chili di pesce che veniva venduto in maniera abusiva.

Si tratta dell'ennesimo commerciante che vendeva indisturbato a qualsiasi cittadino che volesse rifornirsi da lui. In questo caso, però, il materiale sequestrato, che normalmente viene ridistribuito alle mense per i poveri, verrà mandato al macero in quanto la metà di quel mezzo quintale di pesce non è commestibile. (foto di repertorio)