A Nino Indaimo il Premio COLAPESCE 2019

Visite: 95

Il premio organizzato ormai da 34 anni dal Centro Studi Tradizioni Popolari "Canterini Peloritani" diretto da Lillo Alessandro con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Messina e la collaborazione  dell'Università di Messina "Vuole essere un atto di gratitudine per quanti si sono distinti nei diversi campi del sapere".
Nei vari anni è stato assegnato ad illustre personalità, associazioni ed Enti del mondo della cultura, dell'informazione, della politica e dello spettacolo italiani ed internazionali solo per citarne alcuni: Rita Levi Montalcini, Enzo Biagi, Michail Gorbaciov, Pippo Baudo, Nino Frassica, Candido Cannavò, Antonio Zichichi, Vigili del fuoco di New York.

La cerimonia di consegna si è svolta al Palacultura di Messina.

Nino Indaimo, maestro di danza popolare e Presidente del Centro Studi Folk "M. Mario Mancuso "G.F: "I Nebrodi " di Ficarra  è stato premiato per l'attività svolta nel campo delle tradizioni popolari da oltre 50 anni ed ha voluto condividere il premio con tutti i componenti del gruppo di ieri e di oggi (circa 500 persone).
"Forse il più significativo dei premi" ci ha detto Nino Indaimo "perchè rappresenta un risconoscimento per tutto il Paese di Ficarra che è stato  l'habitat dove il gruppo ha operato negli anni".CURRICULUM NINO INDAIMO
Nino Indaimo nasce a Ficarra il 23 luglio del 1953, dopo aver conseguito il diploma di maturità classica, nel 1976 inizia a lavorare nell'ambito della scuola come assistente amministrativo e si occupa in particolare di personale, viaggi d'istruzione e manifestazioni esterne alla scuola.
E’ in possesso del diploma di 1° grado di Maestro di Danza Popolare e ha collaborato e collabora con diverse scuole dell’Infanzia, primarie e secondarie di I° e II° grado in qualità di esperto esterno per l’avviamento di alunni alla danza popolare e l’organizzazione di manifestazioni varie relative a POF, PON, POR.
Ha fatto parte dei giovani studenti che hanno costituito la prima formazione del gruppo folk "I Nebrodi" fondato nel 1968 a Ficarra dal Prof. Giuseppe Celona, dalla Prof.ssa Vittoria Milio e dal Maestro Valentino Ricciardo. Nel 1974 assume la direzione artistica del gruppo de "I Nebrodi" con il quale è stato ambasciatore della cultura popolare siciliana in tutto il mondo: dall’Australia al Giappone, dalla Cina alla Colombia, dalla Turchia all’Uganda, dal Venezuela alla Russia, dagli Stati Uniti a Israele, dalla Finlandia al Sud Africa, dalla Tunisia a tutta quanta l’Europa.
Fondatore e Presidente del Centro Studi Folk “M. M. Mancuso" per il quale ha condotto interessanti ricerche sugli usi e i costumi della zona dei Nebrodi raccogliendo e salvando dalla distruzione prezioso materiale.
Direttore Artistico del Gruppo "Piccoli Nebrodi – Angela Raffaele".
Dal 1992 al 2002 Presidente Regionale della Federazione Italiana Tradizioni Popolari Comitato Sicilia.
Dal 2002 componente dell’Ufficio di Presidenza della Federazione Italiana Tradizioni Popolari (Tesoriere) e dal 2006 al 2019 Vice Presidente Nazionale.
Ha curato la stesura e la pubblicazione del volume “E lu suli’ntinni ‘ntinni” raccolta di testi e musiche popolari dei Nebrodi.
Ha curato insieme a Lucio Falcone e Michele Mancuso, il volume “ Ficarra Paese Mio".
Ha curato, insieme a Michele Mancuso, la raccolta del Volume “ Scritti Nebroidei".
Coautore con Tano Cuva del volume “ Pietre di Ficarra"
Ha curato la pubblicazione e l'edizione del CD “Funtana d’Amuri" del  gruppo Folklorico “ I Nebrodi “ di Ficarra e del CD "I Mandolini dei Nebrodi".
Dal 2006 al 2016 Assessore alla Cultura, Turismo, Spettacolo e Sport del Comune di Ficarra.