Abusivismo, rifiuti speciali, allevamento abusivo, furto di elettricità e acqua. Area sequestrata

Visite: 239

Un'area di circa 5mila metri quadri è stata sequestrata nella zona centro nord di Messina, sulla collina di San Cosimo, per costruzioni abusive, degrado ambientale, allevamento abusivo con sequestro di animali (asini, capre, mucche, maiali e un cavallo), che si trovavano in condizioni pietose, abbandono di rifiuti speciali e furto di energia elettrica e acqua. L'area si trova in una zona adiacente a quella già sequestrata qualche giorno fa, alla criminalità organizzata, dalla guardia di finanza.

Il servizio è stato disposto dal sindaco Cateno De Luca e dall'assessore Dafne Musolino ed è stato coordinato dal vice comandante vicario della polizia municipale, commissario Giovanni Giardina. Nell'area è stata trovata una grande quantità di materiali in amianto, liquami sversavano all'aperto e una presunta struttura "agrituristica" era allacciata abusivamente alla cabina dell'energia elettrica e alla rete idrica. È stato, inoltre, contestato il reato di mancata osservanza della fascia di rispetto autostradale, in quanto la rete di delimitazione era stata divelta e gli animali spesso pascolavano a ridosso dell'autostrada, con gravi rischi per la loro incolumità e per quella degli automobilisti. Il responsabile è stato, quindi, denunciato all'autorità giudiziaria.