Torna in carcere il capo del clan mafioso

Visite: 234

I carabinieri, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia, hanno eseguito due arresti e due fermi nell'ambito di un'operazione portata avanti contro il clan mafioso di Belmonte Mezzagno (PA), comune che recentemente è stato teatro di due omicidi e di un fallito agguato. Salvatore Francesco Tumminia, ritenuto il nuovo capo mandamento, che avrebbe preso il posto di Salvatore Sciarabba e Filippo Bisconti, entrambi arrestati nel 2018, sarebbe finito di nuovo in carcere. Il boss era tornato in libertà da poco: in precedenza era stato condannato per associazione mafiosa nell'operazione Perseo.

Secondo gli investigatori, avrebbe assunto il controllo della cosca e gestito le estorsioni e si sarebbe infiltrato nelle istituzioni della città, esercitando il suo potere di condizionamento anche sul locale distaccamento del corpo forestale della Regione siciliana