Adeguamento depuratore santagatese. Lavori ultimati tra 600 giorni

Visite: 154

Sono stati finalmente consegnati i lavori per l'adeguamento del deputatore consortile di Sant'Agata Militello. Con la consegna ufficiale, avvenuta nei giorni scorsi, alla ditta appaltatrice possono finalmente partire gli attesi interventi per l’adeguamento dell’impianto di contrada Pianetta e si potrà finalmente avere un mare più pulito. Bisognerà però aspettare quasi due anni per la consegna del nuovo depuratore.

I lavori sono stati consegnati all’impresa Ciro Menotti e Emma Lavori,
aggiudicataria dell’appalto per un importo di 2,3 milioni di euro, rappresentata
dall’ingegnere Giorgio Emma e dall’architetto Aldo Emma. Gli interventi, la cui
durata contrattuale è prevista in 600 giorni, consentiranno di dotare l’impianto di una nuova impostazione tecnologica che garantirà migliore efficienza, una nuova linea di trattamento delle acque e dei fanghi, con consistenti abbattimenti anche delle emissioni maleodoranti e la disinfezione finale con scarico a mare tramite la condotta sottomarina. Sarà quindi riqualificata l’intera area e verrà realizzata la nuova viabilità interna.

“Da oltre vent’anni si parla dell’adeguamento di questo depuratore – commenta il sindaco Bruno Mancuso –. Finalmente, tra lentezze della burocrazia ed intoppi vari, ce l’abbiamo fatta e sono davvero felice perché l’adeguamento del depuratore consortile, il primo a partire in tutta la costa tirrenica messinese, mette al riparo non solo le comunità di Sant’Agata ed Acquedolci ma anche di tutto l’hinterland da qualsiasi pericolo di natura ambientale. L’auspicio – conclude Mancuso – è che adesso si proceda celermente anche per gli altri impianti del litorale tirrenico cosicché tutti i comuni, considerata anche la forte vocazione turistica di questo territorio possano presto essere totalmente esenti da problemi di inquinamento o altri spiacevoli fenomeni”.