Donato al reparto di Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale di Patti un kit per lo screening audiometrico

Visite: 210

I soci dei Leo Club Barcellona P.G. e Capo d’Orlando hanno donato al reparto di Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale “Barone Romeo” di Patti un kit per lo screening audiometrico.

Si tratta di un’iniziativa molto importante in quanto le varie componenti del Kit donato sono indispensabili per completare un percorso di screening e diagnosi precoce delle ipoacusie neonatali. In tal modo i neonati possono essere avviati precocemente alla protesizzazione ed al percorso di riabilitazione in modo da evitare le complicanze nel linguaggio e consequenziali ritardi dello sviluppo che si correlano alle ipoacusie. La donazione rientra nell’ambito del progetto Distrettuale “SmiLeo” dell’a.s. 2019/2020 che ha lo scopo di rendere meno gravosa la degenza dei piccoli pazienti dei reparti pediatrici siciliani. 

Alla cerimonia di consegna erano presenti il Governatore del Distretto Lions Sicilia 108 Yb Avv. Mariella Sciammetta, il Presidente Lions Club Patti Dott. Giuseppe Pipitò, la Referente del progetto T.O.D. “SmiLeo” I A.O. Dott.ssa Sara Basilicò; le Past President dei Leo Club Barcellona P.G. Alessandra Borgia e Capo d’Orlando Francesca Germanà; il web master del multidistretto Leo 108 Italy Andrea Germanà, il Direttore Medico  del nosocomio Dott. Francesco Catalfamo, la Dott.ssa Caterina Cacace, Direttore U.O.C. Pediatria e T.I.N. e il Dott. Vincenzo Milone, Direttore U.O.C. Otorinolaringoiatria.
Il Governatore Avv. Mariella Sciammetta ha manifestato apprezzamento per l’attività svolta dai soci dei Leo Clubs, ricordando il loro grande impegno e attenzione ai bisogni della Comunità”.
La referente del progetto “SmiLeo” Dott.ssa Sara Basilicò si è congratulata con i rappresentanti dei due Leo Clubs e nell’auspicare il perpetuarsi dell’iniziativa, ha espresso riconoscenza ai rappresentanti Lions per la loro presenza e sostegno.
La Dott.ssa  Cacace ed il Dott. Milone hanno  ringraziato i Leo per l’iniziativa generosa e di grande importanza poiché la donazione del kit è indispensabile per completare il progetto screening uditivo che nell’ultimo triennio ha consentito di individuare ben 10 neonati con ipoacusia ed avviarli ad una precoce riabilitazione protesica. Grazie alla donazione del LEO sarà possibile raffinare la diagnostica delle ipoacusie ed evitare che il neonato diventi un bambino sordo e di conseguenza non sviluppi in modo adeguato il linguaggio 
La cerimonia di consegna si è conclusa con la visita del reparto avvenuta nel rispetto di tutte le precauzioni previste per la prevenzione del Coronavirus.