Tra le regioni più colpite dal virus influenzale

Visite: 344

Aumentano i casi di contagio dell'influenza, soprattutto in Sicilia. La scorsa settimana ha fatto registrare dei picchi, anche per i casi gravi, tra cui ci sono stati 15 decessi.

Secondo il bollettino InfluNet sulla sorveglianza epidemiologica, dell’Istituto Superiore di Sanità, il numero complessivo di italiani allettati dal virus è sui due milioni e mezzo e potrebbe raggiungere il suo massimo tra alcuni giorni. Solo nella seconda settimana di gennaio sono state colpite oltre 431.000 persone, quasi 100mila in più rispetto alla settimana precedente.

L’inverno, nel frattempo, entra nel vivo, con calo delle temperature, piogge, gelate e neve anche a bassa quota. La Sicilia è fra le Regioni più colpite. L'influenza si trasmette anche attraverso uno starnuto e i sintomi sono febbre alta, tosse, dolori, raffreddore e mal di testa.

«I contagi come di consueto dopo le feste iniziano a salire in modo deciso, ma ancora non siamo al periodo del picco, che ci attendiamo tra un paio di settimane» spiega Antonino Bella, responsabile sorveglianza InfluNet. A esser maggiormente colpiti sono i bambini al di sotto dei 5 anni, in cui si osserva un’incidenza pari a 15 casi per mille assistiti, a fronte dei 7,1 casi per mille assistiti della popolazione generale.

«Si tratta - prosegue l’esperto - di un’epidemia più contenuta rispetto agli anni scorsi, di bassa intensità, e questo potrebbe anche esser dovuto a una maggiore adesione alle vaccinazioni. Ma è presto per tirare le somme, i virus influenzali sono mutevoli e poco prevedibili».

Le Regioni del Centro e Sud Italia sono state quelle più esposte al contagio. Solo in Sicilia, su un campione di oltre 86.000 assistiti, sono stati 486 i casi di influenza rilevati, pari al 5,63 per 1000, in sostanza un siciliano su 177.

La fascia più bersagliata è quella fra i 5 e i 14 anni di età, dove i casi arrivano all’8,2 per 1000, ma anche quella degli over 65enni, tra i quali si sono registrati tutti i 63 casi gravi segnalati e i 15 decessi.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments