La marcia dei sindaci delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi della Sicilia

Visite: 124

Si sono dati appuntamento in piazza Indipendenza a Palermo i sindaci delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi della Sicilia. La cosiddetta “marcia su Palermo”, organizzata per dare salvare dal collasso le ex Province, è in programma per mercoledì 15 maggio, giornata in cui si festeggia l'Autonomia della Sicilia. La marcia è stata organizzata dal sindaco metropolitano di Messina Cateno De Luca con il sostegno dei deputati regionali Vincenzo Figuccia e Danilo Lo Giudice.
Il concentramento si terrà alle ore 11 e coinvolgerà tutti i Sindaci Metropolitani, i Commissari dei Liberi Consorzi e di tutti i Sindaci dei Comuni siciliani, tutti insieme per sottolineare l’impossibilità, a parte delle ex Province, di far fronte agli obblighi istituzionali e alla erogazione dei servizi a causa della drammatica situazione economica, causata dal prelievo forzoso dello Stato. “Vedremo - scrivono in una nota i tre politici - quanti sindaci ed amministratori saranno a Palermo per rivendicare le risorse per evitare il dissesto finanziario delle ex provincie siciliane. Vedremo anche quale sarà la partecipazione alla manifestazione delle organizzazioni sindacali e dei lavoratori a difesa delle ex province”.

“Nei giorni scorsi – ricordano i tre politici – il Governo regionale ha annunciato un primo provvedimento per salvare le ex Province dal dissesto, in accordo col governo nazionale. Ma è appunto solo un primo passo certamente non risolutivo, perché gli enti intermedi, Città metropolitane o Liberi consorzi, hanno bisogno di interventi strutturali, normativi e finanziari, che siano certezza almeno nel medio periodo”. Al termine della manifestazione una delegazione degli amministratori locali sarà ricevuta dal presidente del Parlamento Siciliano.

“Questa soluzione - evidenzia De Luca - non pregiudica la possibilità di ricontrattare con un futuro Governo non a trazione nordista la riassegnazione delle risorse sottratte per investimenti sul territorio siciliano, per evitare il danno irreversibile derivante dal dissesto finanziario che tutte le Città metropolitane ed i Liberi consorzi saranno costretti a dichiarare tra qualche mese”.  Il Sindaco De Luca chiede inoltre il rinvio delle elezioni dei consigli delle Città metropolitane e Liberi Consorzi già fissate per il 30 giugno prossima, in quanto “non ha senso spendere soldi per celebrare elezioni di Enti morenti se non si individua e si applica la giusta cura”.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments