Chirurgo ottiene risarcimento per il rischio radiologico

Visite: 183

Il Tribunale del lavoro di Messina ha condananto l’Inail a riconoscere la malattia professionale ad un dirigente medico che per anni aveva svolto servizio nel reparto di ortopedia e traumatologia del Policlinico di Messina. Il dirigente che, in qualità di chirurgo, effettuava presso il reparto di ortopedia e traumatologia la media di 150 interventi all’anno, si è costittuito in giudizio con l’Avvocato Santi Delia per farsi riconoscere la malattia professionale.

Il medico nel 2016 iniziava a soffrire di sintomi di astenia e diminuzione di resistenza allo sforzo fisico, e sottoponendosi ad esami ematochimici, gli venivano diagnosticati anemia, leucocitosi e piastrinopenia. In seguito appurava di essere affetto da una rara forma di leucemia.
Sino al 2014 l’Azienda, secondo il medico, non aveva ritenuto di classificare il reparto nel quale il chirurgo lavorava come soggetto a rischio radiologico ragion per cui tutti i dipendenti dello stesso, sino ad allora, non avrebbero fruito delle “protezioni di legge”.

Si tratta, in particolare, oltre ai riconoscimenti economici, del congedo biologico, della sorveglianza dosimetrica e delle visite periodiche di controllo, al personale medico e tecnico di radiologia per il quale sussiste una presunzione assoluta di esposizione a rischio.

L’INAIL ha negato il riconoscimento della malattia professionale e della relativa rendita. Così, con ricorso introitato al Tribunale del Lavoro di Messina, l’Avvocato Santi Delia ha impugna il diniego.

Adesso il Tribunale del lavoro di Messina ha condananto l’Inail va condannato a riconoscere al ricorrente la malattia professionale nella misura del 60% ed a corrispondere tutti i ratei pregressi.

 Si tratta, commenta l’Avvocato Santi Delia, “di una sentenza che mira a fare da apri pista a numerosi altri casi in Italia. Sono numerose, difatti, le Aziende sanitarie che continuano a non adeguare i propri standard di taluni reparti alle normative europee (e non solo interne) a tutela dei lavoratori.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments