Una settimana fa la violenta eruzione sull'isola

Visite: 84

Ad una settimana dalla violenta eruzione sull'isola di Stromboli restano i disagi in particolare nella piccola frazione di Ginostra. Dopo la forte esplosione gli abitanti si sono rimboccate le manichee con l'aiuto di tanti volontari hanno ripulito case e strade ricoperte dalla cenere.

Ma adesso è necessario mettere in sicurezza il costone che dalla chiesa arriva al porto, instabile da anni e più volte segnatalo, affinché ulteriori scosse dello Stromboli non lo facciano franare, precludendo vie di fuga verso il mare. E' necessario, evidenziano ancora i residenti, mettere in sicurezza l'approdo di protezione civile, danneggiato dai marosi. Bisogna poi risolvere tante altre criticità per garantire una maggiore sicurezza ai turisti ed escursionisti. Proprio nell'eruzione di una settimana fa ha perso la vita un 35enne di Milazzo che era salito in cima al vulcano con un amico rimasto illeso.

Quel tragico pomeriggio del 3 luglio scorso due violente esplosioni vulcaniche hanno sconvolto l'isola di Stromboli, seminando il panico tra la popolazione e tra i turisti. A partire dalle ore 14:46, si è verificato un vero e proprio parossisma che ha interessato l'area centro-meridionale della terrazza craterica dove si aprono le bocche dello Stromboli, a circa 800 metri di quota sul mare.

Le due distinte esplosioni sono avvenute a poca distanza di tempo ma entrambe con effetti distruttivi nei confronti del territorio circostante.

A poco una settimana da quell'inferno di fuoco rimane naturalmente il divieto per le escursioni al di sopra dei 400 metri, mentre gli esperti dell'Istituto di Vulcanologia mantengono alta la soglia di attenzione.

Intanto sull'isola si è al lavoro per attivare la macchina della sorveglianza vulcanica rimettendo in funzione anche e stazioni danneggiate nel sistema di alimentazione.

Il vulcano Stromboli lo ricordiamo è’ uno dei vulcani più attivi al mondo. La sua attività è stata registrata dagli storici per oltre 1000 anni. Tra le più violente della storia recente vi sono quelle del 1907 e del 1930. Ma le prime eruzioni iniziarono circa 200.000 anni fa e formarono l’ormai eroso vulcano Strombolicchio.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments