La città aderisce a Le Vie dei Tesori. 26 siti da scoprire

Visite: 238

La città di Messina torna a far parte del progetto culturale Le Vie dei Tesori. L’antica Zancle, la città eroica sopravvissuta a invasioni, conquiste, rivolte, devastata dal terremoto del 1908 e poi rinata, per la terza volta aderisce al progetto e quest’anno si mostrerà attraverso ventisei luoghi – venticinque + uno su prenotazione, l’elegante Villa Maria - con l’orgoglio della sua storia. E ancora, le passeggiate condotte da esperti alla scoperta della città, una degustazione che chiuderà una particolare visita guidata e, novità di quest’anno, un pullman che per un giorno la collegherà a Palermo.

Tre weekend a disposizione, sempre venerdì, sabato e domenica, dal 13 al 29 settembre. Il viaggio deve per forza iniziare dalla Prefettura che – soltanto nell’ultimo weekend - permetterà un vero colpo d’occhio sullo Stretto, dal suo salone principale: è un palazzo che mischia stile neoclassico e rinascimentale con citazioni Liberty.

Le Vie dei Tesori – nato a Palermo, dove ad ogni edizione la città si trasforma in un unico museo diffuso - quest’anno si allarga a quindici centri di tutta la Sicilia: oltre a Messina, Caltanissetta, Trapani e Marsala, Acireale, Siracusa e Noto; Sambuca, Sciacca e Naro.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments