I francesi in viaggio verso la Sicilia su Renault 4 raccontano la propria storia

Visite: 275

Il gruppo di francesi che viaggiava a bordo di una Renault 4, fermato in Sicilia, ha raccontato la propria storia attraverso un video pubblicato sui social.
Protagonisti del video gli stessi occupanti di quell'auto, stracolma di roba fino all'inverosimile, la cui foto è andata alla ribalta delle cronache nazionali. L'automobile, ha percorso le strade della Penisola, carica di bagagli, attraversando lo Stretto di Messina.

La foto del mezzo imbarcato sulla nave traghetto è diventata "simbolo della mancanza di controlli" durante l'emergenza  Coronavirus. L'auto, che sicuramente non poteva passare inosservata, è stata fatta "pedinare" dal sindaco di Messina Cateno De Luca e intercettata ad Aci Trezza. Come ha fatto ad arrivare in Sicilia il gruppo di francesi? Il mistero è stato risolto con le fasi del viaggio raccontate dagli stessi interessati.  La destinazione finale era Aci Trezza, nel comune di Aci Castello, in provincia di Catania. L'obiettivo era raggiungere un amico per ricevere ospitalità in questo periodo di emergenza.

Il gruppo - spiega infatti l'amico che fa da interprete  - era composto da artisti di strada che non hanno dimora fissa. Da 4 mesi si trovavano a Napoli ma, per rispettare la misura della quarantena, avevano deciso di chiedere ospitalità agli amici in Sicilia decidendo di mettersi in viaggio. Prima di partire avrebbero fatto i controlli per il coronavirus. Solo dopo aver avuto l'esito negativo si sarebbero messi in marcia, muniti della certificazione della protezione civile, prendendo il traghetto per la Sicilia.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments