La regione guarda all'apertura a turisti stranieri e discoteche

Visite: 459

In Sicilia ci si chiede quando verranno riaperte le porte ai turisti, provenienti anche da altre nazioni. "A decidere non sarà mai la politica in questi casi - ha affermato il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci - ma è il numero dei contagi e il dato epidemiologico. Se non aumentano i contagi abbiamo buone ragioni ad aprire ai primi di giugno alle altre regioni italiane, se dovesse continuare dopo un mese potremmo aprire a comitive di stranieri". Per questi ultimi, il governatore siciliano ha detto che si sta pensando "ad una sorta di patente sanitaria", studiata con le autorità sanitarie, o ad un tampone, una soluzione temporanea.

Fondamentale è l'incontro con il sindacato dei balneari, che potrà dire se saranno pronti a partire all'inizio o a metà giugno. Per quanto riguarda, invece, le discoteche, "se è un luogo dove ascoltare musica all'aperto - ha dichiarato Musumeci - siamo pronti a farlo. Se è un posto dove mettere in pochi metri quadrati cinquanta persone non pensiamo proprio". "Sono convinto - ha aggiunto il presidente della Regione siciliana - che non ci sarà bisogno di ricorrere a sistemi estremi, che prevarrà il senso di responsabilità che i siciliani hanno mostrato per ben otto settimane sorprendendo quanti legati a luoghi comuni sostenevano che non avremmo mantenuto i nostri impegni".

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments