Al via le attività di “Mare Ricco Siciliano 2.0"

Visite: 257

Hanno preso il via le attività del progetto “Mare Ricco Siciliano 2.0 – il pesce come opportunità di crescita e sviluppo territoriale“, selezionato dal Dipartimento della Pesca – Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea nell’ambito delle proposte progettuali finalizzate alla valorizzazione commerciale dei prodotti ittici siciliani (Misura 5.68 Misure a favore della commercializzazione – Interventi a titolarità PO FEAMP 2014-2020).

La valorizzazione e la commercializzazione del pesce siciliano sono gli obiettivi perseguiti dalle varie attività in programma rivolte ai consumatori e agli operatori del settore pesca e del settore ristorativo.

Il progetto coinvolge partner pubblici e privati nell’intento di valorizzare il pescato siciliano, catturato e allevato.

Già lo scorso anno era stato portata a termine la prima edizione del progetto che ha come punto di forza la comunicazione. Grazie alla presenza delle telecamere di OndaTv e di OndaTv giovani e di varie piattaforme social media del gruppo Comunicare24 è possibile partecipare virtualmente ad un viaggio di scoperta del mare siciliano, delle tradizioni marinare, delle specie ittiche meno conosciute.

Ad essere attenzionato dal progetto Mare Ricco Siicliano 2.0 è principalmente il pesce cosiddetto “povero” o di rigetto, ovvero tutte quelle specie a basso costo che oggi rischiano di essere disconosciute e poco consumate. Specie da valorizzare, in quanto ricche in termini di proprietà nutritive, e da promuovere a tavola, tanto con i piatti della tradizione, tanto con quelli più innovativi, abbinando il pesce ad altri ingredienti del territorio.

In linea con le nuove tendenze e le prospettive future, anche l’acquacoltura rurale è stata attenzionata. Un documentario è stato realizzato all’interno di una realtà produttiva di Caronia per conoscere meglio le caratteristiche del pesce allevato, sia come opportunità di crescita per le aree interne, sia come prodotto di garanzia per i consumatori finali. La domanda di pesce in Italia non viene soddisfatta dall'offerta interna e grossi quantitativi di pesce vengono importati dall'estero. Per soddisfare la domanda si sta puntando sull'allevamento del pesce sia in mare che in acqua dolce con gli impianti di acquacoltura rurale.

Tra le attività in programma varie esibizioni di cucina in ristoranti della provincia di Messina per fornire consigli utili e idee nuove per il consumo del pesce siciliano.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments