Ancora cenere vulcanica al cimitero di Giarre

Visite: 57

Ad un mese dalla caduta di cenere vulcanica, a Giarre restano precarie e pericolose le condizioni del cimitero della frazione collinare di San Giovanni Montebello. Nonostante le segnalazioni dei cittadini, che chiedono all’amministrazione comunale di intervenire per mettere in sicurezza i luoghi, i vialetti del cimitero continuano ad essere ricoperti dalla sabbia nera, creando disagi e pericoli per i visitatori. “E’ sconcertante come l’amministrazione comunale resti sorda alle legittime richieste dei cittadini – commenta il commissario cittadino della Lega per Salvini Premier, Giovanni Barbagallo – Sono trascorse diverse settimane dall’ultima caduta di lapilli ed il cimitero di San Giovanni Montebello resta invaso dalla cenere, mettendo a repentaglio l’incolumità dei visitatori. Meno di dieci giorni fa si è già verificato un grave incidente al cimitero di Giarre". Il riferimento è all’episodio di cui è rimasta vittima una donna che, scivolata in uno dei vialetti interni del cimitero di Giarre a causa della presenza di cenere, si è fratturata una caviglia a causa della rovinosa caduta. Giovanni Barbagallo chiede che il sindaco, in mancanza di interventi celeri, chiuda il cimitero per evitare nuovi incidenti. 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments