Il messinese Ricciari porta la Sicilia sul traguardo della Dakar Classic

Visite: 379

Grandi risultati per Antonio Ricciari, unico concorrente siciliano  ad aver disputato l’insidiosa Dakar Classic che si è conclusa a Damman in Arabia Saudita. 

Dopo aver disputato dal 31 dicembre ben 14  tappe  e corso per oltre 6500 chilometri affrontando i piloti italiani e stranieri di  89 veicoli,  Antonio Ricciari ha conquistato il 12esimo posto nella categoria Dakar Classic, migliorando di gran lunga il 35esimo posto  che aveva raggiunto nella classifica generale del 2022. 

In assoluto Ricciari è giunto al terzo posto fra gli italiani in gara e terzo anche in categoria H 2 di regolarità. Risultati questi di assoluto prestigio per il concorrente messinese  appena alla sua seconda Dakar.

Grande soddisfazione per il pilota siciliano che insieme all’esperta navigatrice Simona Morosi ha raggiunto risultati eccezionali in una Dakar insidiosissima, con un percorso per il 70% nuovo che ha messo a dura prova anche i piloti più esperti e più blasonati. 

Non si  può descrivere a parole cosa si prova ad avere in mano il cartello del finish. “ Ha dichiarato Ricciari dopo il  traguardo raggiunto “Sono felicissimo per i risultati raggiunti, ma anche molto emozionato per la  fine di questa grande avventura, dove fra gli abbracci tra piloti di tutte le nazionalità del mondo, l’ aver portato a termine la Dakar  resta sempre il primo grande risultato. 

Davanti a tutto questo la stanchezza, le amarezze si dimenticano, adesso c’è solo gioia per aver compiuto una nuova emozionante impresa. Grazie a tutti coloro che ci hanno sostenuti.” 

 Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo si è immediatamente congratulato con il pilota messinese. Anche nel raid più famoso e temuto del mondo i colori della Sicilia hanno brillato - ha dichiarato Daniele Settimo - Ricciari da sempre ama le gare in fouristrada, ma per il secondo anno ha spiccato  alla Dakar. Complimenti a lui ed alla sua navigatrice. Un prova di carattere e indiscussa bravura quella di restare per due settimane protagonisti della impegnativa gara”.

 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments