Celebrata a scuola la lingua galloitalica

Visite: 1415

Si è svolta a San Fratello la giornata conclusiva del progetto "Sulle tracce del Galloitalico di Sicilia". L'iniziativa ha coinvolto gli alunni delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria nella riscoperta e valorizzazione della lingua galloitalica, un prezioso patrimonio culturale del territorio.

Gli studenti hanno esplorato le radici del galloitalico attraverso la realizzazione di poesie e testi, riscoprendo il valore delle parole e delle espressioni tradizionali.

Il progetto, ideato e realizzato dall’insegnante Anna Calcò, ha rappresentato un'opportunità unica per i bambini di avvicinarsi alla parlata galloitalica, per comprendere meglio le proprie radici e sentirsi parte di una comunità con una storia ricca e prestigiosa. I piccoli alunni hanno realizzato con entusiasmo e creatività testi e poesie.

Le emozioni vissute dai bambini durante il progetto sono state molteplici: curiosità, entusiasmo, orgoglio, motivazione e divertimento. La loro iniziale curiosità per la lingua si è trasformata in un forte desiderio di apprendere e condividere. La sensazione di appartenere a una comunità con un'eredità linguistica unica ha alimentato il loro orgoglio e la loro motivazione, anche grazie all’intervento di Carmelo Faranda, del Prof. Bellitto e del Dott. Reitano, stimati sanfratellani studiosi della parlata galloitalica.

"La lingua galloitalica - ha affermato la dirigente scolastica durante il suo intervento - è ancora viva e rappresenta un'importante parte della nostra identità. È fondamentale che la scuola dia spazio a tutte le occasioni per approfondire, valorizzare e promuovere la lingua di un popolo. I sanfratellani sono eredi e custodi di questa cultura identitaria".

La giornata, apertasi con l'esibizione della Fanfara dei Giudei, ha visto anche l'esibizione della cantautrice e ricercatrice Eleonora Bordonaro, nota per il suo lavoro sulla musica popolare siciliana e la riscoperta del patrimonio poetico galloitalico. L'artista, accompagnata da Puccio Castrogiovanni e Marco Corbino, ha portato sul palco la magia delle tradizioni siciliane attraverso la sua voce e la sua arte.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments